Nel pomeriggio del 12 maggio del 1957, a soli due anni di distanza dal terribile incidente della 24 Ore di Le Mans in cui morirono 84 persone, la Ferrari 335 S n. 531 del pilota spagnolo Alfonso de Portago, si schiantò a Guidizzolo lungo la Mantova-Brescia durante la celebre corsa automobilistica della Mille Miglia.

A causa dello scoppio di un pneumatico, l’auto uscì dalla carreggiata uccidendo il pilota, il copilota e 9 spettatori, tra cui 5 bambini. La Mille Miglia era una corsa a lunga distanza su strade aperte al traffico che si disputò in Italia per 24 volte dal 1927 al 1957. Organizzata dal conte Aymo Maggi, la corsa venne ideata come gara unica e il tracciato fu modificato per tredici volte. A causa del fatale incidente e di numerosi altri incidenti che ci furono nella sua storia, quella del 1957 fu l’ultima edizione della Mille Miglia, che dal 1977 rivive sotto forma di gara di regolarità per auto d’epoca.