L’8 giugno del 1990 si aprì in Italia la quattordicesima edizione del campionato mondiale di calcio per squadre nazionali maschili, organizzato dalla FIFA ogni quattro anni.

A 56 anni di distanza dal Mondiale del ’34, l’Italia mise in moto nuovamente la macchina organizzatrice e per l’occasione furono messe a disposizione tecnologie informatiche all’avanguardia e furono costruiti infrastrutture e stadi come il San Nicola a Bari e il Delle Alpi a Torino. La canzone ufficiale dell’evento fu “To be number one” su testo di Tom Whitlock e musica di Giorgio Moroder, mentre la mascotte ufficiale fu “Ciao”, un calciatore stilizzato composto da elementi cubici di colore verde, bianco e rosso. La nazionale italiana perse in semifinale contro l’Argentina ai calci di rigore e alla fine si qualificò terza battendo l’Inghilterra. Il Mondiale fu vinto dalla Germania Ovest al suo ultimo atto ufficiale con tale nome: tre mesi dopo infatti avvenne la riunificazione con la Germania Est e la squadra si chiamò Germania.